Buonasera compagni di sventura!

Oggi il ministero ci ha regalato delle tracce che sono un capolavoro del trash (veramente COMPLIMENTISSIMI a chi le inventa, vorrei veramente conoscerlo e capire da che altezza è caduto dal seggiolone, da piccolo).

Ma, bando alle ciancie, andiamo senza ulteriore indugio ad analizzarle nel dettaglio🌟 :

TRACCIA 1

Il povero Caio, dopo che la sua impresa è fallita a causa di un appalto (o un contratto d’opera?) mai pagato da una persona che credeva amica e invece era melma, decide di reinventarsi e farsi assumere come dipendente in una ditta che ha delle politiche dipendente-friendly che non si vedevano dai tempi delle piantagioni di cotone in Alabama.

Il capo, paranoico sotto psicofarmaci, convinto che questo stia rubando inestimabili segreti aziendali (mica cazzi), gli piazza quindi alle calcagna un altro dipendente, a pedinarlo.

E a che perla di dipendente potrà mai affidare un tale delicatissimo incarico? Ma ovviamente a Tizio, probabilment uno di quelli che in giardino hanno il bunker anti-atomico con una scorta di fagioli in scatola per i prossimi dieci anni.

Con sicuramente alle spalle almeno 3 TSO e una manciata di esaurimenti nervosi, Tizio sembra uscito direttamente dal manuale dei disturbi mentali, che colleziona come figurine.

Lui VEDE COSE.

Vede contanti, vede pistole, vede probabilmente anche gli elefanti rosa di Dumbo.

La vera domanda sottesa a questa traccia è: ma chi è il maledetto incompetente che gli ha concesso un porto d’armi anche se questo è equilibrato come un reduce del vietnam sotto metanfetamine?!

Comunque questo fenomeno, credendosi già un novello James Bond, pedina il povero fallito Caio a un convegno (dove è noto che la gente va per scopà); lo segue mentre si infratta con due altri disgraziati e per colmo di gioia, inizia a menare tutti e nella confusione gli spara pure e lo ammazza. Che vita di merda Caio.

Insomma, l’operazione anti-spionaggio è stata un successone, bravo Tizio. Complimentissimi. Scommetto che l’anno prossimo ti fan scrivere le tracce dell’esame da avvocato.

Dulcis in fundo, il nostro eroe se la fila con una misteriosa pen drive, che si rivelerà contenere però non questi fantomatici segreti aziendali, bensì le foto osé di una graziosa preadolescente assai disinibita…

TRACCIA N. 2

Questa traccia ci rivela finalmente il motivo per cui Sempronio ieri s’è comportato di merda con Caio: una turpe storia di rancore, vendetta e sbronze alcoliche di alto livello.

Dunque, il nostro giovine Caio pattuglia l’internet alla ricerca di minorenni, perché quelle della sua età, per qualche inspiegabile motivo, lo schifano. Inspiegabile, sembra così una persona ammodo..

Ma COME DICEVA PADRE PIO, CAZZO IN CHAT E PREMI INVIO, e quindi il baldo Caio, in preda a un insanabile tumulto ormonale, attacca gancio ad una disagiata tredicenne che non vede l’ora di cimentarsi, e si fa mandare dalla timida fanciulla una foto artistica delle proprie PARTI INTIME.

Cioè, manco le tette eh, questa parte in quarta con la patonza.

Che io a quell’età giocavo con le barbie, e forse in effetti è il motivo per cui adesso dopo l’esame son qua a scrivere stronzate. E mi sono iscritta a giurisprudenza.

Ma, al di là della disamina delle mie pessime scelte di vita, qui Caio commette un fatto gravissimo, non ancora perseguito dalla legge come reato a causa di un imperdonabile vuoto legislativo: RISPONDE A UNA FOTO DI NUDO CON UNA FOTO DI LUI IN MUTANDE.

Sbronzo.

Con un amico.

Ora, le regole base del sexting ESIGONO che si faccia come con gli alcolici in Veneto: MAI ABBASSARE IL LIVELLO. SEMPRE SALIRE.

E invece no: questo essere immondo invece di dare a Mevia quel che è di Mevia, risponde con una foto da scappato di casa di lui ed il suo amico tronchi marci a una festa. E Sempronio doveva essere venuto bene se ha deciso di querelarlo, lui e quel fisico da sollevatore di polemiche che si ritrova. Altro che i “contenuti sessualmente espliciti”, mi immagino questa foto tipo quelle fatte dagli americani per umiliare i prigionieri in Iraq.

Insomma, incazzata per aver adescato un diciannovenne cervello di gallina con la verve sessuale di un criceto morto, una insoddisfatta Mevia spiffera tutto alla madre, che, fingendo di non sapere che la figlia la distribuisce al popolo come se non fosse manco sua, corre dai carabinieri.

Comunque, a parte il biasimo morale per l’incapacità relazionale di Caio, mi raccomando: se domani sera vi sbronzate per festeggiare la fine dell’esame, non fatevi foto in mutande con gli amici!!

Buona serata!🌟

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: