Osservatorio Astronomico “il Toppo” di Castelgrande

Pubblicato: 25 settembre 2014 in Cultura, Hobby, Intrattenimento, Notizie e politica, Organizzazioni, Viaggi

L’Alta Irpinia ha un contesto ambientale particolarmente adatto all’osservazione delle stelle, privo di inquinamento atmosferico e luminoso, tale peculiarità territoriale ha contribuito a creare le condizioni ideali per l’approfondimento di campagne di studio offerta da una vasta area con ambienti molto bui che assicurano spettacoli indimenticabili. Basti pensare alle miriadi di stelle che si possono osservare lungo la strada del “Pauroso”, tra Lacedonia e Aquilonia, o l’area dei “chian r’ fndan” altopiano in territorio calitrano.

Gli astrofili oltre alla fortuna di poter sfruttare questi ambienti naturali, hanno anche l’opportunità di effettuare un’osservazione professionale delle stelle spostandosi nella vicina Basilicata: al “il Toppo” a 1250 m slm, un osservatorio astronomico situato in località di Castelgrande, paese in provincia di Potenza poco distante dal confine campano.

L’osservatorio è dotato di una strumentazione d’avanguardia costituita da un telescopio azimutale (TT1 Toppo Telescope n. 1) dal diametro di 156 cm, il più avanzato tecnologicamente in Europa in quanto totalmente robotizzato.
Nella zona adiacente alla struttura vi è anche un Osservatorio per astrofili, dotato di un telescopio di minori dimensioni (40 cm di diametro) ma altrettanto potente, utilizzabile da tutti gli appassionati di astronomia.

L’iniziativa per la realizzazione di un Osservatorio Astronomico risale agli anni sessanta, quando l’astronomo fiorentino Guglielmo Righini si rese conto delle caratteristiche astronomicamente ottimali offerte dal cielo Irpino, ipotizzò la costruzione di un Osservatorio Nazionale che, tra l’altro, avrebbe dotato al Mezzogiorno d’Italia una struttura di notevole rilevanza scientifica e culturale, in grado di polarizzare interessi e prospettive di ampia portata sociale ed economica.

L’osservatorio è stato realizzato tra il 2004 e il 2007 e ha cominciato a operare scientificamente dal 2008; il sito per la sua costruzione nel comune di Castelgrande il quale oggi come allora, è contraddistinto da un bassissimo grado di inquinamento.

La realizzazione dell’osservatorio però è stata possibile soltanto qualche decennio più tardi grazie all”interesse, all’impegno, alla tenacia dell’ingegner Dario Mancini, che attualmente ne è il direttore.Per la gestione del detto Osservatorio, è in atto una collaborazione con l’I.N.A.F. (Istituto Nazionale di Astrofisica).

Si aggiunga che risultano finanziati nel contesto dell’iniziativa comunitaria LEADER la costruzione di un parco tematico, intitolato “Viaggio nel Cosmo” che ospita un planetario, il quale permette un approccio ludico-scientifico ai fenomeni di astronomia e affidato in gestione alla locale Pro-loco.

L’Osservatorio Astronomico in località Toppo è stato ed è sede di convegni, mostre, dibattiti e, in uno all’Osservatorio per Astrofili, è stato oggetto di visite soprattutto da parte di scolaresche della provincia di Potenza, Avellino e Bari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...