08-09-2014…

Pubblicato: 10 settembre 2014 in Cultura, Intrattenimento, Letteratura, Organizzazioni, Viaggi
Eccomi…
 Esco di casa, stamane la nebbia è piatta e silenziosa...

Mi fermo ad osservarla dal l’alto di casa mia, si muove lenta al di sotto del mio orizzonte, sembra un vasto lago con le cime delle colline che appaiono come piccole isole solitarie, immerse in un lago placido e candido, il sole che si riflette sulle superfici, riscalda la pelle del mio volto, è ancora estate. Vado in strada, cammino e sento che i raggi riscaldano le umide pietre del selciato, rilasciando l’odore di terra e muschi…
Mi sono perso inebriato tra profumi e pensieri...
Guardo l’ora, sono in ritardo, prendo coscienza, mi sveglio da quel sogno, mi affretto, allungo il passo, in poche falcate abituali attraverso vicoli, mi inerpico su scalinate e salite tortuose...
Oggi è il mio ultimo giorno di turni di apertura del borgo castello...

Raggiungo il pesante portone di ferro nero, comincia il frastuono dei tintinnii delle mille chiavi che aprono il borgo, apro e mi giro verso il paese sommerso, odo echi ovattati, ecco che come un ondata la nebbia si dirada, e con essa quei rumori diventano più chiari e nitidi, è la banda che suona l’uva fogarina...
Ecco per molti oggi è giorno di festa, Forse una festa di addii!!!

10689906_10203922563818045_4941340266925269911_n

di: Bernardino Galgano (Borgo Castello di Calitri)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...