Il giardino verticale

Pubblicato: 4 giugno 2012 in Cultura, Hobby, Salute e Benessere

È un insieme armonioso di piante, scelte sulla base di indicazioni tecniche e di caratteristiche variabili come il clima e la posizione.
Le piante crescono su tessuto, sfruttando le tecniche dell’idrocoltura.
Il Giardino Verticale in Italia viene realizzato con la tecnica francese su feltro o tessuto non tessuto della più comune edilizia.
I muri vegetali nella realizzazione dei Giardini Verticali  possono essere installati all’interno o all’esterno l’importanza del progetto è la luminosità e sua esposizione come un qualunque comune giardino.
Realizzare le Pareti Verdi o Giardini Verticali ha un’applicazione molto semplice, sotto la consulenza di esperti botanici si  selezionano le piante più adatte al’esposizione e clima, oltre che a convivenza e resistenza formando un insieme variegato e lussureggiante di puro verde, il che richiede una bassissima manutenzione e gestione, perché si lascia la natura libera di occupare il suo spazio adattandosi alla parete.
Il peso della struttura con piante è di circa 50 kg/mq. lo spessore del supporto è limitato a soli 4/5 cm, quello dell’intero giardino può variare da 15 a 50 cm. a seconda della caratteristica di ogni singola pianta.
Il sistema di irrigazione e fertilizzazione del Giardino Verticale è completamente automatico e autonomo.
A sostegno di tutto vi è una struttura modulare distanziata dalla parete in muratura; ciò ne garantisce la ventilazione e l’impermeabilizzazione e isolamento acustico e termico.
Di Giardini Verticali ne troviamo diversi esempi tra le architetture di ultima generazione a Milano, Torino, Firenze, Roma, Pisa, Bologna, Verona, Brescia, Bergamo, Como, Venezia, Vicenza, Padova, Trento, Bolzano, Genova, Zurigo, Praga, Parigi, New York etc.

Risparmio Energetico

Il Giardino Verticale Esterno crea una “seconda pelle” all’edificio permettendo di risparmiare energia e di ridurre i costi di gestione dell’immobile.
urante l’estate le pareti si surriscaldano causando un innalzamento delle temperature interne agli edifici; la conseguenza è un aumento del consumo di energia e dei costi per i sistemi di climatizzazione.
I Muri Vegetali riducono notevolmente la temperatura delle pareti. La camera di ventilazione tra la parete dell’edificio e il pannello vegetale, posso ridurre il riscaldamento fino a 15 °C che si traduce in un notevole risparmio energetico.

Qualità dell’Aria:

I Giardini Verticali migliorano la qualità dell’aria sia all’interno che all’esterno degli edifici, attraverso il sistema naturale delle piante.
Le piante si comportano come filtri naturali per l’aria, assorbendo sostanze tossiche e abbattono le polveri dall’aria. Attraverso il processo della fotosintesi si abbatte la CO2 e si rilascia O2 importantissimo per il benessere in città e negli uffici.

Isolamento Acustico:

L’inquinamento acustico sta diventando un problema crescente per le città, ma può essere aiutato con l’installazione dei pannelli vegetali. Il Giardino verticale può ridurre fino a 40dB i rumori, un ottimo beneficio nella riduzione in modo naturale della riflessione del suono negli ambienti commerciali e luoghi di lavoro.

La Bellezza delle Piante:

Il Giardino Verticale dona naturalità e bellezza a tutti gli ambienti, soprattutto dove il calcestruzzo la fa da “padrone”. Dare armonia e design con le piante alle nuove progettazioni è una maggiore attenzione all’eco-sostenibiltà e una risposta all’esigenza di verde dove mancano gli spazi.

Il binomio architettura – natura piace molto più di quello architettura – cementificazione. La pensa così Patrick Blanc, che da anni si occupa di rendere più verdi i grigi edifici che popolano le nostre città. Per lui, infatti, prati e giardini dovrebbero essere untutt’uno con l’architettura, circondandola. Ma se non c’è spazio tra strade, parcheggi e alti palazzi, allora il verde lo si può mettere in verticale. Eh sì, avete capito bene: in verticale! E non stiamo parlando di gerani e orchidee che colorano i nostri balconi, ma di vere e proprie piante che ricoprono la facciata degli edifici diventando un tutt’uno con essi.

Le piante non hanno necessariamente bisogno di terreno per crescere, ma solo di acqua, ossigeno e anidride carbonica per la fotosintesi clorofilliana. Ne sono una prova le 2500 specie delle 8000 che crescono in Malesia, in grado di crescere e svilupparsi sulle rocce e tutte le altre varietà di piante che, anche nei climi temperati, crescono su supporti rocciosi.

Un giardino verticale a Trafalgar Square

E’ da queste considerazioni che derivano le facciate verdi di Patrick Blanc. Lo studioso parigino però, si è trovato di fronte al problema della potenza distruttiva delle radici delle piante e, per evitare che queste danneggiassero seriamente le sue strutture come avvenuto nel tempio di Angkor, ha dovuto trovare una soluzione. Ha notato quindi che, se le piante sono regolarmente bagnate dall’acqua, tendono a mantenere le proprie radici in superficie evitando così di penetrare nella profondità della struttura danneggiandola. E’ stato così che Blanc ha iniziato la realizzazione di facciate verdi, un sistema leggero (meno di 30 kg a metro quadrato) e adattabilea supporti di qualsiasi dimensioni ed altezza. Il verde verticale trova spazio anche all’interno degli edifici in posti più o meno illuminati naturalmente.

A seconda del clima del luogo dove lo si vuole installare, saranno scelte per il giardino verticale, specie di piante differenti.

I giardini verticali sono costituiti da 4 strati:

  1.  STRUTTURA METALLICA PORTANTE
    La struttura portante, costituita da traversi e montanti metallici, può essere tanto ancorata al supporto quanto staccata da esso e quindi autoportante. Lo spazio tra il supporto e la struttura costituisce una camera d’aria ottima per isolare termicamente e acusticamente gli ambienti.
  2.  TELO DI PVC
    Un telo di PVC dallo spessore di 1 cm, è steso sulla struttura verticale per aumentarne la rigidezza e renderla impermeabile.
  3. STRATO DI CARTONFELTRO
    Lo strato di cartonfeltro che viene posizionato al di sopra del telo in PVC, serve per consentire all’acqua di distribuirsi uniformemente su tutta la superficie interessata dal prato verticale.
  4.  PIANTE
    Infine lo strato visibile dall’esterno, ovvero le piante, cresceranno al di sopra del cartonfeltro. Si potranno spargere semi oppure piantare essenze già cresciute. Ci saranno all’incirca 30 piante per metro quadro. Quali essenze piantare su un prato verticale? Un sistema automatico di innaffiatura e fertilizzazione provvederà nei periodi in cui si renderà necessario, al sostentamento delle piante.

Se vivere nelle città ha fatto perdere il contatto con la natura, i giardini verticali ristabiliscono un contatto grazie ad ambientazioni naturali che riducono lo stress e aiutano l’aria a purificarsi dagli inquinanti.

Fonti:
http://www.architetturaecosostenibile.it/architettura/criteri-progettuali/giardini-verticali-patrick-blanc-cosa-sono-come-funzionano-017.html

http://www.architetturaecosostenibile.it/

https://www.google.it/search?q=il+giardino+verticale&hl=it&rlz=1C1CHNU_enIT348IT365&qscrl=1&prmd=imvns&source=lnms&tbm=isch&ei=IcLMT6jmKKin4gT_n5TUCA&sa=X&oi=mode_link&ct=mode&cd=2&ved=0CGgQ_AUoAQ&biw=1280&bih=653

http://www.architetturaecosostenibile.it/architettura/criteri-progettuali/evosystem-verde-verticale-in-ufficio.html

http://www.architetturaecosostenibile.it/architettura/criteri-progettuali/rivestimenti-sostenibili-prato-verticale.html

http://www.architetturaecosostenibile.it/architettura/in-europa/museo-sostenibile-quai-branly-jean-nouvel.html

http://www.verticalgardenpatrickblanc.com/

commenti
  1. Il Giardino Verticale in Italia viene realizzato con la tecnica francese su feltro o tessuto non tessuto della più comune edilizia. I muri vegetali …

    https://vverticalegiardino.wordpress.com/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...